Litaliano nel mondo...
da insegnanti a insegnanti


 
In contatto
 
Videoconcorso Edilingua 2012


  • Dopo il grande successo del videoconcorso per i nostri 15 anni, come annunciato, questa iniziativa diventa annuale. Secondo noi, la partecipazione al concorso rappresenta una grandissima motivazione per gli studenti, i quali utilizzano la lingua italiana in modo creativo e collaborano a uno scopo e a un progetto comune. La “motivazione” occupa un ruolo fondamentale nella filosofia di Edilingua e il vostro entusiasmo è la conferma che abbiamo fatto centro!

    Regolamento videoconcorso Edilingua 2012

    Categorie e canali
    Si possono girare e caricare, sui rispettivi canali youtube, video ispirati a tutti i corsi di Edilingua. In particolare sono previste tre categorie:
    A. Corsi di lingua per adulti Nuovo Progetto italiano (compreso il videocorso), in tutte le sue versioni, Arrivederci!, Allegro, L’italiano all’università
    B. Progetto italiano Junior (compreso il videocorso), in tutte le sue versioni
    C. Forte!

    Come fare
    Gli studenti possono partecipare a gruppi (da 3 a 8 persone) con un breve video (durata massima 2 minuti) ispirato a un dialogo, ad esempio in versione alternativa o in chiave umoristica, del corso che usano. Ogni scuola o singolo insegnante può partecipare con più gruppi.

    Ogni video dovrà essere nominato nel seguente modo:
    “LIBRO/PAESE/INSEGNANTE/CLASSE o LIVELLO”, ad esempio “Nuovo Progetto italiano1/Spagna/Marchetti/B1”. Nel testo sotto il video bisognerà riportare il nome della scuola, i nomi dei membri del gruppo (se maggiorenni)*, la città, un indirizzo e-mail (della scuola o dell’insegnante) e il riferimento al dialogo a cui si ispira il video (ad esempio Progetto italiano Junior 3, dialogo pagina 27).
    * Per gli studenti minorenni, per cui è possibile recitare travestiti con parrucche, occhiali ecc., non è necessario riportare i propri dati personali e volendo neppure la città.

    Per caricare il proprio video, la scuola o l’insegnante dovrà chiedere la password di accesso scrivendo a redazione4@edilingua.it. I video NON si devono inviare a Edilingua! Alla sezione help di YouTube potete trovare consigli su come caricare il video, Edilingua non potrà fornire nessuna assistenza tecnica.

    Chi vince cosa
    I 6 video più visti nella categoria adulti e i 4 più visti nelle categorie adolescenti e bambini, cioè i video che hanno avuto la migliore media di visualizzazioni (il numero di visualizzazioni in rapporto ai mesi di presenza sul canale) saranno premiati: ciascun membro del gruppo riceverà un titolo a scelta della collana Primiracconti o Raccontimmagini e un poster didattico. Tutto il materiale sarà inviato da Edilingua non a ogni singolo studente, ma alla scuola o all’insegnante.

    Di questi 14 video più visti, una commissione ― composta dagli autori dei suddetti corsi e dai redattori di Edilingua ― ne selezionerà i 6 migliori (2 per categoria), in base all’originalità e ai contenuti linguistici.

    Per questi 6 video sono previsti i seguenti premi:

    Per ogni studente 40 euro in materiale didattico (comprese le spese di spedizione) per acquisti da fare sul sito di Edilingua. Se ad esempio il gruppo è composto da 6 studenti, il premio complessivo sarà di 240 euro.
    Per l’insegnante: 100 euro in materiale didattico (comprese le spese di spedizione) per acquisti sul sito di Edilingua.
    Per la scuola: 100 euro in materiale didattico (comprese le spese di spedizione) per acquisti sul sito di Edilingua.

    I vincitori non saranno gravati di alcuna spesa ma si potranno effettuare solo ordini di gruppo (cioè un ordine per gli studenti, l’insegnante e la scuola).

    Premi speciali

    La giuria si riserva la facoltà di premiare uno o più video che, a prescindere dal numero di visualizzazioni, dovessero distinguersi perché particolarmente originali e meritevoli.

    Scadenze
    I video si possono caricare dal 1 febbraio al 30 novembre 2012. I risultati saranno comunicati il 10 dicembre 2012 sul sito di Edilingua e tramite e-mail alle scuole e agli insegnanti interessati.

    In bocca al lupo!
    La redazione di Edilingua

 
Newsletter