Litaliano nel mondo...
da insegnanti a insegnanti


 
In contatto
 
Edilingua a Fieritals
  • Cari Colleghi,

    ritorna il consueto appuntamento con Fieritals, che nella sua X edizione si terrà l’8 luglio 2016, presso l’Istituto canossiano “S.Trovaso, Fond. Eremite, Dorsoduro 1323 A, Venezia.

    Anche quest’anno saremo presenti con i nostri workshop e il nostro tavolo espositivo, dove potrete visionare le ultime pubblicazioni e sperimentare le nostre proposte per la didattica dell’italiano a stranieri.

    Saremo lieti di incontrarvi:

    in sala rossa dalle 11.30 alle 12:15 con il workshop
    Divertiamoci con l’italiano per bambini: apprendere l’italiano da bambini è “un gioco serio”; il docente che lavora con i piccoli ha bisogno di strumenti, materiali pronti e un bagaglio di attività motivanti e divertenti, per tenere alta l’attenzione e rendere efficace il proprio intervento. Nel laboratorio i partecipanti, insieme alle conduttrici, in maniera interattiva e ludica, creeranno e sperimenteranno alcune tecniche da utilizzare con i bambini.
    I partecipanti riceveranno una copia omaggio del libro Piccolo e Forte!

    in sala blu dalle 14.00 alle 14.45 con il workshop
    La didattica digitale per tutti! I nuovi strumenti e i nuovi materiali di i-d-e-e: dopo una breve panoramica su strumenti, possibilità e risorse offerti dalla nuova versione di i-d-e-e, per la gestione della classe e dei contenuti, per la verifica e la valutazione, rifletteremo insieme sull’utilità della piattaforma in relazione alle varie fasi dell’apprendimento e ai bisogni specifici degli studenti.
    I partecipanti riceveranno codici di accesso gratuiti alla piattaforma i-d-e-e per i loro studenti.

    in sala verde dalle 11.00 alle 11.45 con il workshop Italiano per adulti immigrati: verso l’A2
    Con la presentazione del nuovo corso di lingua (Senza frontiere) di livello A1 e A2 per adulti immigrati riflettiamo insieme sulla didattica che oggi deve tradursi in un insegnamento che:
    • sia orientato verso la realtà dell’adulto che apprende. Il materiale su cui si lavora è quello che l’apprendente incontra nella propria quotidianità;
    • valorizzi le competenze e le conoscenze dell’apprendente e quindi la comunicazione orale piuttosto che quella scritta;
    • sia flessibile negli orari e nella programmazione;
    • sia finalizzato al “saper fare” più che al “come fare” e che abbia quindi come fine l’efficacia comunicativa più che la correttezza lessicale e grammaticale
    I partecipanti riceveranno una copia del libro Senza Frontiere in omaggio.

    Per maggiori informazioni e per iscrivervi ai workshop visitate la pagina dell’evento cliccando qui.

    A presto!

    Edizioni Edilingua
    da insegnanti... a insegnanti

 
Newsletter